Processo tributario: ammissibili le dichiarazioni extraprocessuali rese da terzi

La sentenza n. 17627/2018 della Suprema Corte di cassazione affronta il delicato tema della prova nel processo tributario, risolvendo nel senso già indicato in altre occasioni dalla Corte stessa, l’ammissibilità e la valutazione delle dichiarazioni extraprocessuali rese da terzi.

Un’unica operazione antieconomica non giustifica l’accertamento analitico-induttivo

Con l’ordinanza n. 25217 dell’11 ottobre 2018, la Suprema Corte di Cassazione ha ritenuto illegittimo l’utilizzo del metodo di accertamento analitico-induttivo basato su una sola circostanza che rivesta i caratteri di presunzione semplice, ovvero l’anti-economicità di un’operazione isolata dalla valutazione del complessivo contesto imprenditoriale.

Processo tributario: sì al disconoscimento di scrittura e all’istanza di verificazione

Con la sentenza 26402/2018, la Corte di cassazione conferma l’orientamento in forza del quale l’istituto processuale di cui all’art. 214 c.p.c. e il connesso altro istituto di cui all’art. 216 c.p.c. trovano entrambi cittadinanza nel processo tributario.

L’Amministrazione finanziaria ha l’obbligo di motivare l’atto risultante dall’istruttoria

Nella pregevole sentenza n. 30039 del 2018 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ribadisce che negli atti impositivi l’Amministrazione finanziaria deve indicare i presupposti di fatto e le ragioni giuridiche che hanno determinato la decisione dell’amministrazione

Dichiarazione fraudolenta per operazioni inesistenti

Con la sentenza n. 52411/2018, la Cassazione ha affermato che non sussiste violazione degli artt. 521 e 522 c.p.p. nel caso di condanna per utilizzazione o emissione di fatture in parte oggettivamente ed in parte soggettivamente inesistenti a fronte di una contestazione iniziale di sola utilizzazione o emissione di fatture in tutto oggettivamente inesistenti purché siano stati rispettati i diritti di difesa.

Contraddittorio Endoprocedimentale: “Conferme” e “Resistenze” all’esito del noto Arresto delle Sezioni Unite

Come ben noto, le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, con le sentenze nn. 19667 e 19668 del 18 settembre 2014, sembravano aver finalmente riconosciuto la presenza nel nostro ordinamento tributario nazionale di un principio immanente di obbligo di contraddittorio nella fase del procedimento tributario

La notifica degli atti tributari

La notificazione è il meccanismo – le cui forme e modalità sono determinate dalla legge – che consente di portare a conoscenza di uno o più soggetti determinati il contenuto di un atto, mediante consegna di una copia conforme all’originale. In altri termini, quindi, con la notificazione si trasferisce un atto dalla sfera giuridica di un soggetto a quella di un altro soggetto.